Inicio     Clima

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
   
   
  Conservatorianos No. 10 (noviembre-diciembre) 2006
 

Conservatorianos conmemora el XC aniversario de su nacimiento

 UBERTO ZANOLLI

(1917-1994)


 GIACOMO FACCO

(1676-1753)


 

 

Orquesta Sinfónica Nacional

 

 

Orquesta Filarmónica de la UNAM

 

Cartelera UNAM

 

 

Orquesta Sinfónica de Minería

 

Sugiere un sitio

 

 

Universo de El Búho

 

Junio de 2007

Peritaje * Registro de obras * Defensoría jurídica autoral

 

Arte y Cultura Digital: Diseño editorial * Multimedios * Web * Hospedaje * Registro de derechos de autor y marcas

 

* * * NUEVO * * *

Digitalización de documentos

 


Fondo sonoro:

 

Sobre las olas

del músico conservatoriano mexicano

Juventino Rosas

(Fragmento)

 

Elaboración orquestal de Uberto Zanolli

 

Orquesta de Cámara de la Escuela Nacional Preparatoria -UNAM (1987)

 

         

 
  Instituciones educativas

 

Le note di Verona

Le origini del Conservatorio

Paolo Rigoli

 

L'origine dell'attuale Conservatorio statale di musica "E. F. Dall'Abaco" risale al 1878, anno in cui fu pubblicato lo statuto organico della Scuola d'instrumenti ad Arco. Fondata grazie ad un generoso lascito testamentario di Francesco Orti, con concorso del Comune e dell'Accademia filarmónica (allora "Società filarmónica") tale scuola, inizialmente, doveva essere gratuita; in seguito accolse anche allievi a pagamento.

I primi insegnamenti furono violino e viola (Carlo Germano e dal 1884 al 1924, Pietro Marconi), violoncello e contrabasso (Ricardo Furlotti e dal 1883 al 1924 Emmanuele Fiorinotto), teoria e divisione.

Qualche anno più tardi furono raggiunte le scuole di canto individuale (1887/'88), musica d'insieme, pianoforte complementare, canto corale, pianoforte principale (1905 circa, con sussidio della Cassa di Risparmio), strumenti a fiato; gioverà ricordare che per questi ultimi era esistita fin dal 1870 la Scuola popolare di strumenti a fiato, annessa alla Banda cívica di cui costituiva il naturale serbatoio.

Verso il 1904, ad opera di Luigi Rocca, Tullio Stegagno e Achille Saglia, fu istituito anche il primo Liceo musicale, in cui venivano impartito lezioni di pianoforte, organo e composizione. In quegli anni, annota Luigi Sormani Moretti nella sua monumentale monografia su Verona, era in animodi costituire una scuola musicale uniendo tutte le esistenti, intitolandola alla memoria di Carlo Pedrotti, illustre didatta e compositore veronese, per lunghi anni direttore dei Licei musicali di Torino e di Pesaro.

Tale risoluzione fu attuata solo nel 1927, con la fusione della Scuola d'istrumenti ad Arco del Liceo musicale, dando vita al Civico liceo musicale; nella nuova scuola, diretta prima da Nino Cattozzo e poi, per altre vent'anni, da Pietro Bottagisio, erano impartiti gli insegnamenti principali di: armonia, contrappunto e fuga, composizione, strumentazione per banda, violino e viola, violoncello, contabbaso, pianoforte, organo, arpa, canto, canto corale, flauto, oboe, clarinetto, fagotto, tromba, corno; le materie complementari erano: armonia, storia della musica, dizione -arte scenica- recitazione, letteratura, latino, oltre naturalmente a teoria e solfeggio, esercitazioni da camera, coralli ed orchestrali.

Alla morte di Bottagisio (1949), ci fu una breve reggenza di Umberto Cattini e quindi, nel 1951, il Cívico liceo musicale fu affidato alla direzione del M° Làszló Spezzaferri, vincitore del concorso nazionale bandito dal Comune; la sede fu trasferita dai locali concessi dall'Accademia filarmónica (vicino al teatro) all'attuale, in via Massalongo 2. Nel 1952 fu inaugurato il capace auditórium intitolato a Italo Montemezzi, ce purtroppo e stato da poco demolito in seguito ai lavori di ristrutturazione e di restauro della sede, nello stesso anno fu deciso di dedicare la denominazione della scuola al musicista veronese Evaristo Felice Dall'Abaco (1675-1742).

Sotto la dinamica e appassionata guida del M° Spezzaferri il Civico liceo musicale è diventato prima Liceo musicale pareggiato e finalmente, nel 1968, Conservatorio statale. Va pure ricordato che il benemérito direttore, nel 1952, fondò l'Accademia veronese di cultura musicale, in stretto collegamento con il Liceo, che ha assolto una funzione di primo piano nella diffusione della cultura musicale a Verona. Dal 1966 è attiva anche la sede staccata di "Casa Boggian" (in stradone S. Fermo) grazie al legato testamentario di Clara Boggian. Il Mo Spezzaferri (scomparso il 23 dicembre del 1989) ha lasciato la direzione del Conservatorio nel 1982; gli sono subentrati Renzo Bonizzato (1982/'83) e Angelo Paccagnini (1983/'84-1987/'88); dal 1988/'89 il Conservatorio è guidato da Giorgio Brunello, proveniente dal Conservatorio di Adria, di cui è stao direttore per nove anni


PAOLO RIGOLI

Nacido en Verona, Italia, el 7 de noviembre de 1952. Realizó los estudios clásicos en el Liceo Gimnasio "Scipione Maffei" de Verona. Se graduó con honores en D.A.M.S. (Universidad de Bolonia, Facultad de Letras y Filosofía) con la tesis El Teatro filarmónico de Verona en el Setecientos (relator ch.mo Prof. Fabrizio Cruciani). Bibliotecario del Conservatorio de Música "Evaristo Felice Dall'Abaco" de Verona desde enero de 1980; socio de la Academia de Agricultura, Ciencias y Letras de Verona desde enero de 1991 y responsable de la biblioteca de la Academia Filarmónica de Verona desde enero del 2000. Ha publicado numerosos ensayos dedicados a la historia del teatro, de la música y del arte en Verona, especialmente de los siglos XVII y XVIII.

 

conservatorianos@hotmail.com